IL GATTO E LA VOLPE

Nella favola di Pinocchio di Collodi, il Gatto e la Volpe sono i due personaggi che imbrogliano l'ingenuo Pinocchio e che alla fine della fiaba tuttavia, non godono del frutto delle loro malefatte.
Protagonisti anche di una famosa canzone di Bennato indicano, nel linguaggio comune, i furbi.
C'era una volta un falegname di nome Geppetto. Aveva costruito un burattino di legno e l'aveva chiamato Pinocchio. "Come sarebbe bello se fosse un bambino vero!" sospir˛ quando finý di dipingerlo. Quella notte, una buona fatina esaudý il suo  desiderio. "Destati, legno inanimato, la vita io ti ho donato!" esclam˛ toccando Pinocchio con la bacchetta magica. "Pinocchio, dimostrati bravo, coraggioso, disinteressato," disse la Fata, "e un giorno sarai un bambino vero!" Poi, rivolta al Grillo Parlante: "Io ti nomino guida e consigliere di Pinocchio," aggiunse prima di svanire tra mille bagliori di luce. Figurarsi la gioia di Geppetto quando scoprý che il suo omettino di legno poteva muoversi e parlare! La mattina dopo lo mand˛ a scuola. "Addio figliolo, torna presto!" Pinocchio, disubbidiente, and˛ invece da Mangiafuoco, un burattinaio che promise di renderlo famoso. Si divertý molto a cantare e ballare con le altre marionette. Ma, finito lo spettacolo, Mangiafuoco lo chiuse in una gabbia. All'improvviso, ecco apparire la Fata Azzurra: "PerchŔ non sei andato a scuola?" gli chiese. Pinocchio rispose con una bugia e subito il suo naso cominci˛ a crescere... Solo quando disse la veritÓ, la Fata lo liber˛ e il naso ritorn˛ normale. Tornando a casa, Pinocchio vide una diligenza carica di ragazzi festanti. Il postiglione gli disse che era diretta al Paese dei Balocchi, dove i bambini potevano fare tutto quello che volevano. "Pinocchio, torna indietro!" lo rincorse il Grillo. Ma il burattino non lo ascolt˛. Lý Pinocchio fece amicizia con Lucignolo: i due mangiavano dolci a pi¨ non posso e si divertivano moltissimo. Ma ben presto scoprirono che i ragazzi  svogliati e maleducati che finivano in quel paese venivano tramutati in asinelli. Quando anche a lui spuntarono due orecchie lunghe e la coda, Pinocchio scapp˛ disperato, seguito dal fedele amico Grillo. Insieme, tornarono poi alla casa di Geppetto, ma non trovarono nessuno. "ChissÓ che cosa gli sarÓ accaduto!" In quel momento, una colomba port˛ loro un messaggio: Geppetto, mentre cercava Pinocchio, era stato inghiottito da una balena e adesso era suo prigioniero. "Voglio salvarlo!" decise il burattino. Giunto al mare, si tuff˛ e sul fondo trov˛ il babbo nella pancia della balena. Ma come uscire di lÓ? Accesero allora un gran fuoco: il fumo fece starnutire la balena, che spalanc˛ la bocca. Pinocchio e Geppetto scapparono su una zattera. Il burattino aiut˛ il suo babbo a nuotare in mezzo alle altre onde: giunti a riva per˛, per il grande sforzo svenne. Addolorato, Geppetto lo port˛ a casa. Ma la Fata risvegli˛ Pinocchio e, come promesso, premi˛ il suo coraggio e la sua bontÓ trasformandolo in un bimbo vero!